Sei cappelli per pensare: un metodo per decisioni migliori

Vedere una situazione da diversi punti di vista

0
2209

Il metodo dei sei cappelli per pensare, di cui ti parlerò in questo articolo, è davvero un ottimo strumento.

Per fare cosa? per fare in modo che tu e/o il tuo Team possiate prendere sempre delle decisioni ottime, considerando tutti i punti di vista e gli approcci istintivi di ognuno. Evitando litigi e confusione.

Ogni persona infatti tende a vedere le situazioni e a prendere le decisioni conseguenti in base al proprio carattere, al proprio modo di essere, al proprio approccio istintivo alla vita. E quando si tratta di prendere una decisione collettivamente, se questi diversi approcci e personalità non vengono gestiti adeguatamente, si possono creare condizioni poco costruttive. Si generano perciò condizioni conflittuali, di confusione e di scarsa capacità di affrontare e risolvere il problema. Lungo questa via il processo decisionale non considera in modo sereno i vari punti di vista e approcci, che potrebbero contribuire alla formazione di una decisione ottimale. Quindi è possibile che le decisioni prese non siano delle migliori, in quanto potrebbero essere il frutto, ad esempio, di approcci troppo prudenti oppure troppo ottimisti.

Il metodo dei sei cappelli per pensare previene questi problemi, ti permette di considerare tutti i punti di vista e di migliorare il processo decisionale senza creare confusione e conflittualità all’interno del tuo team.

Ma vediamo di cosa ti parlerò in questo articolo:


Quando usare il metodo dei sei cappelli per pensare

Il metodo dei sei cappelli per pensare, come ti ho accennato sopra, è uno strumento davvero ottimo che si usa quando devi prendere delle decisioni, fase finale del processo di soluzione di problemi complessi.

Gli effetti dell’utilizzo di questo metodo

L’utilizzo della tecnica dei sei cappelli per pensare, oltre a migliorare la qualità delle decisioni, porta anche altri considerevoli vantaggi. Quali:

Più creatività

Il fatto di dover considerare diverse prospettive e punti di vista, porta ad abbandonare i soliti approcci e posizioni abituali. Questo può portare a nuove idee.

Miglior organizzazione

Quando usi questo metodo sei sicuro di aver considerato tutti i punti di vista e di aver raccolto il maggior numero possibile di informazioni. In modo razionale e preciso.

Migliora le Soft Skill personali

Utilizzare questo metodo ha un altro importantissimo vantaggio. Sviluppa infatti delle Soft Skill fondamentali. Come la capacità di ascoltare, di dare dei feedback, di essere persuasivo, di risolvere i conflitti e di Problem solving.

Migliora le abilità cognitive

L’utilizzo di questa tecnica inoltre altre abilità importanti come il pensiero critico e la curiosità.

Aumenta l’inclusività nel Team

Il metodo dei sei cappelli per pensare prevede che durante il suo utilizzo, le persone mettano da parte pregiudizi e preconcetti e si concentrino, per un certo periodo di tempo, sul vedere la situazione dalla stessa prospettiva. La discussione non viene impedita, ma il fatto di concentrarsi per un po’ sull’adozione di una prospettiva condivisa aiuta tutti i componenti del team a sentirsi parte di un gruppo unito.

Sfrutta le tipicità di ognuno

Ognuno è fatto a proprio modo ed ha un suo approccio e visione del mondo. Molto spesso ognuno di questi è rispettabile e non c’è un giusto e sbagliato. Riuscire a considerarli tutti è perciò un’arma vincente per un team efficace. Significa infatti apprezzare e usare i punti di forza di ogni persona, senza criticarla o penalizzarla per le sue “criticità”. Questo metodo incentiva questo approccio, anche se magari preventivamente è necessario dare del sostegno alle persone affinché riescano a tirar fuori la loro indole.

Ma cos’è esattamente questa tecnica dei sei cappelli per pensare?

La tecnica, o approccio, dei sei cappelli per pensare (Six Thinking Hat) è stata inventata da Edward de Bono, un medico, psicologo e filosofo maltese. E viene riportata nel suo libro omonimo.

Lo aveva pensato e utilizzato per le sue consulenze finalizzate alla risoluzione dei problemi complessi che gli venivano posti dagli enti statali suoi clienti. Ma voleva che fosse un sistema semplice utilizzabile anche nei problemi della vita quotidiana.

E’ quindi un procedimento molto facile. Serve a far superare alle persone e ai team le conseguenze negative di un approccio istintivo che impedisce di considerare serenamente una gamma di prospettive diverse.

Dopo aver indossato ognuno dei 6 cappelli dovresti avere a disposizione una buona quantità di informazioni e punti di vista che ti aiutano a prendere le giuste decisioni sul da farsi.

In questo modo eviti di arrivare a delle conclusioni affrettate su ciò che è giusto o sbagliato. Che può portarti/vi a prendere le decisioni sbagliate e a scartare ottime opportunità o a intraprendere strade disastrose.

Ecco come si usa il metodo dei sei cappelli per pensare

Ed eccoci a descrivere cosa rappresentano questi sei cappelli che, di volta in volta, tutti i componenti del Team (o il singolo individuo) devono indossare durante l’utilizzo di questo metodo per valutare situazioni complesse e prendere le giuste decisioni.

Il CAPPELLO BLU del DIRETTORE D’ORCHESTRA

i sei cappelli per pensare: cappello blu del direttore d'orchestra

Il cappello blu è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio razionale dell’organizzazione e della pianificazione.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità BLU” adottate un approccio razionale e vi focalizzate sul controllo del pensiero e sulla gestione del processo decisionale. Quindi siete metodici e organizzati. Procedi perciò con un ordine del giorno, chiedi delle sintesi e cerca di raggiungere delle conclusioni.

Il CAPPELLO VERDE del CREATIVO

i sei cappelli per pensare: cappello verde del creativo

Il cappello verde è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio del pensiero creativo.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità VERDE” dovete esplorare nuove idee e possibili vie da seguire.

Il CAPPELLO ROSSO del CUORE

i sei cappelli per pensare: cappello rosso del cuore

Il cappello rosso è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio basato sui sentimenti e sugli istinti.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità ROSSA” potete esprimere i vostri sentimenti senza doverli giustificare usando la logica.

Il CAPPELLO GIALLO dell’OTTIMISTA

i sei cappelli per pensare: cappello giallo dell'ottimista

Il cappello GIALLO è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio basato sui vantaggi e valori.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità GIALLA” dovete guardare i problemi nella luce più positiva possibile. E accennare ai benefici e al valore aggiunto che potrebbero derivare dalle vostre idee.

Il CAPPELLO NERO del GIUDICE

Il cappello NERO è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio basato sulla valutazione del rischio.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità NERA” dovete essere cauti e valutare i rischi. Dovete usare inoltre un pensiero critico e spiegare il motivo delle vostre preoccupazioni. Fate attenzione di non abusare di questa modalità. Date a questo approccio lo stesso spazio e risorse che date agli altri.

Il CAPPELLO BIANCO del REALISTA

Il cappello BIANCO è quello che si indossa durante il momento che si vuole adottare l’approccio basato sulla raccolta di informazioni.

Quando tu o il tuo Team vi mettete in “modalità BIANCA” dovete pensare alle indicazioni e intuizioni che avete già raccolto e a quelle che vi mancano e che ancora potete trovare.


Questo è tutto. Se vuoi ringraziarci per il tempo speso per la condivisione gratuita di questo contenuto dacci un feedback con una tua valutazione cliccando da 1 a 5 stelline (quella più in basso) che trovi sotto.
Se inoltre pensi che può essere d’aiuto a qualcuno dei tuoi conoscenti, condividi l’articolo cliccando sulle icone social che trovi più sotto.
Grazie

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (15 votes, average: 4,87 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here