SCAMPER: ecco il metodo per migliorare prodotti e servizi

Un processo creativo che ti aiuta a generare nuove idee

0
367

SCAMPER è un metodo per stimolare la creatività ed è l’acronimo di 7 parole inglesi che definiscono su cosa concentrarsi quando devi trovare delle idee per migliorare uno o più dei tuoi prodotti/servizi.
Ma vediamo di cosa ti parlerò in questo articolo.


Quando usare la tecnica SCAMPER

Come accennato nell’introduzione, questo metodo viene utilizzato soprattutto da quelle figure professionali che devono/vogliono trovare nuove forme o nuovi utilizzi a prodotti e servizi esistenti. Innanzitutto quindi chiariamo che da qui in avanti, quando si userà la parola prodotti, è da intendere indifferentemente prodotti o servizi. Infatti questo metodo è applicabile ad entrambe le situazioni. Ovviamente lo scopo è migliorare, ampliare o svecchiare il catalogo dei prodotti/servizi attuale.

Perché usare il metodo SCAMPER

Usare il metodo SCAMPER è una buona idea perché…ti aiuta a generare nuove idee. Stimola infatti la tua creatività e ti fa da check list per ricordarti cosa puoi considerare in questa fase creativa. Eviti così di non prendere in considerazione dei modi di pensare che ti aiutano a sviluppare dei prodotti/servizi diversi, migliori, nuovi.

A chi può essere utile

Da quello detto finora si intuisce che è una tecnica utile soprattutto a imprenditori, creativi, product manager e ai manager della qualità in cerca di un modo per aumentare la soddisfazione dei propri clienti. O per trovarne di nuovi.

Cos’è la tecnica SCAMPER

Ma cos’è esattamente questa tecnica SCAMPER? possiamo definire questo metodo un modo per dare nuova vita a vecchi prodotti e servizi. Ed è l’acronimo delle 7 parole inglesi che rappresentano le categorie di domande da farsi utili allo scopo, cioè:

S di Substitute
C di Combine
A di Adapt
M di Modify
P di Put to another use
E di Eliminate
R di Reverse

Ecco come si usa SCAMPER

Ed eccoci arrivati alla spiegazione dettagliata di ognuna delle sette categorie di domande da farsi per trovare idee creative per i nuovi prodotti/servizi. L’uso della tecnica è molto semplice. Quando sei nella fase creativa spiegata in precedenza, è sufficiente far scorrere, a mo’ di check list, ognuna delle categorie di domande (e le domande stesse di esempio contenute, se ti piacciono) che trovi qui sotto e fare possibilmente un brainstorming con altri colleghi per cercare delle risposte creative e utili allo scopo. Vediamo quindi queste sette categorie di domande.

S di Substitute

  • Puoi usare questo prodotto come sostituto di qualcos’altro o usarlo da un’altra parte?
  • Quali regole potresti sostituire?
  • Quali materiali o altre risorse puoi sostituire per migliorare il prodotto?
  • Cosa succede se cambi il tuo atteggiamento o le tue impressioni nei confronti di questo prodotto?
  • Quale altro prodotto potresti usare in sostituzione di questo?

C di combine

  • Con cosa potresti combinare questo prodotto/servizio per massimizzarne l’efficacia ?
  • Cosa accadrebbe se unissi questo prodotto con un altro per creare qualcosa di nuovo ?
  • Come potresti combinare talento, competenze e risorse per creare un nuovo approccio a questo prodotto?

A di Adapt

  • A chi o cosa potresti ispirarti per adattare questo prodotto/servizio?
  • Come potresti adattare o riadattare questo prodotto/servizio per destinarlo ad un nuovo uso o scopo?
  • Cos’altro può essere questo prodotto?
  • In quale altro contesto potresti inserire/proporre il tuo prodotto/servizio?
  • Quali idee o prodotti puoi usare come fonte di ispirazione ?

M di Modify

  • Come potresti modificare la forma, l’aspetto o l’esperienza d’uso di quel prodotto?
  • Cosa potresti aggiungere per modificare questo prodotto?
  • Quale elemento di questo prodotto potresti potenziare per creare qualcosa di nuovo?
  • Cosa potresti evidenziare o enfatizzare per dare più valore a quel prodotto/servizio?

P di put to another use

  • Chi altro potrebbe usare questo prodotto?
  • E’ possibile proporre questo prodotto/servizio in un altro settore o da un’altra parte?
  • E’ possibile riciclare i rifiuti di questo prodotto per creare qualcosa di nuovo?
  • Con un’impostazione diversa questo prodotto si comporterebbe diversamente?

E di eliminate

  • Quali parti o regole potresti eliminare?
  • Come potresti semplificare o snellire questo prodotto/servizio?
  • Come potresti renderlo più leggero, più piccolo, più divertente o più veloce?
  • Cosa accadrebbe se togliessi alcune parti del prodotto/servizio? Resterebbe comunque un buon prodotto/servizio?
  • Ci sono alcune caratteristiche del prodotto/servizio che potresti ridurre di livello, attenuare o smorzare?

R di reverse

  • Quali ruoli potresti invertire o scambiare?
  • Cosa accadrebbe se invertissi questo processo o ordinassi le cose in modo diverso?
  • Come potresti riorganizzare questo prodotto/servizio?
  • E se provassi a fare l’esatto contrario di quello che stai facendo ora?
  • Quali componenti potresti sostituire per cambiare l’ordine di questo prodotto?

Questo è tutto. Se vuoi ringraziarci per il tempo speso per la condivisione gratuita di questo contenuto dacci un feedback con una tua valutazione cliccando da 1 a 5 stelline (quella più in basso) che trovi sotto.
Se inoltre pensi che può essere d’aiuto a qualcuno dei tuoi conoscenti, condividi l’articolo cliccando sulle icone social che trovi più sotto.
Grazie

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here