PROBLEM SOLVING E DIFFERENZIAZIONE

Tabella dei Contenuti

Per trovare soluzioni efficaci e coinvolgere i lavoratori

Sei nella situazione in cui i prodotti/servizi della tua azienda non si differenziano di molto da quelli della concorrenza? Con quest’ultima competi  quasi esclusivamente a colpi di ribassi sul prezzo, costringendoti a guadagni ridotti? Se la risposta è si hai un bisogno di problem solving e differenziazione dei tuoi prodotti/servizi. Avevo già parlato di originalità e competenze uniche per un vantaggio competitivo sostenibile in questo articolo.

Essere in grado di differenziare la propria offerta dalla concorrenza vuol dire essere in grado di colmare il GAP che divide la situazione A, con prodotti simili alla concorrenza e quindi poco soddisfacente, dalla situazione B migliore di A, in cui si offrono al mercato prodotti/servizi originali e competitivi con profitti maggiori.

problem solving
Il problem solving

Questa è la rappresentazione corretta tipica di un problema, che deve essere risolto con le tecniche e gli strumenti del problem solving. L’assenza di competenze nel problem solving inoltre impedisce di trovare le soluzioni per risolvere alla radice e definitivamente i problemi ricorrenti. Le conseguenze sono perdite di tempo, frequenti rilavorazioni e costanti sprechi di denaro.

Oltretutto  ciò provoca nei lavoratori frustrazione, demotivazione e scarso coinvolgimento (engagement), che  influenzano negativamente la produttività e l’impegno per il Problem Solving. Questo aggrava ulteriormente la situazione.

ENGAGEMENT E PRODUTTIVITA’

Una ricerca del 2002 ha rivelato che le aziende con un’elevata percentuale di coinvolgimento dei lavoratori hanno una produttività di oltre il 50% superiore alle altre.  Altri studi  come un’indagine di Conference Board del 2008 confermano che i lavoratori aventi un alto tasso di coinvolgimento arrivano ad avere fino al 20-30% di rendimento in più e si assentano di meno dal lavoro rispetto ai colleghi aventi un coinvolgimento inferiore.

LE COMPETENZE PER IL COINVOLGIMENTO, IL PROBLEM SOLVING E LA DIFFERENZIAZIONE

Quelle che riescono a creare prodotti/servizi originali, sono aziende evolute che investono per sviluppare le competenze dei propri dirigenti e lavoratori, ottenendo così due importanti risultati:

  1. Una maggiore capacità di generare soluzioni creative e di trovare delle soluzioni efficaci ai problemi;
  2. Un aumento del loro coinvolgimento;

Come risulta dalla ricerca Linkedin “2018 Workplace Learning Report”, dove sono stati intervistati 4000 professionisti di cui 1200 sviluppatori di talenti, 400 managers, 2200 dipendenti e 200 dirigenti, sempre più organizzazioni riconoscono l’importanza della formazione e dello sviluppo di talenti, che vedono come fonte di un vantaggio competitivo per la propria organizzazione. In particolare l’81% dei dirigenti ritiene che lo sviluppo dei talenti è una priorità assoluta all’interno dell’organizzazione.

sviluppo talenti
L’importanza dello sviluppo dei talenti

Inoltre il 90% dei dirigenti ritiene che  la formazione e lo sviluppo siano un beneficio essenziale per i dipendenti dell’azienda.

importanza formazione
L’importanza della formazione

PERCHE’ SVILUPPARE COMPETENZE NEL PROBLEM SOLVING

Acquisire competenza nel Problem Solving (quello serio) significa padroneggiare un processo strutturato, completo ed efficace che puoi usare al fine di sviluppare nuovi prodotti e/o servizi. Ciò porta a soddisfare i desideri e le esigenze dei tuoi clienti e a superare in modo significativo le loro aspettative per distinguerti dalla concorrenza. All’interno del Problem Solving (PS) infatti si trovano gli strumenti per la generazione di idee e per incentivare la creatività.

Il PS inoltre è un metodo contenente gli strumenti per la gestione aziendale e la selezione di soluzioni efficaci ed efficienti per il miglioramento continuo. Il tutto tenendo conto anche dei rischi presenti e delle esigenze/aspettative dei portatori di interesse coinvolti, generando così soddisfazione e consenso generale.

Da questo puoi capire  perché il  World Economic Forum ritenga questa competenza la più importante nel mondo del lavoro.

COSA DICONO LE STATISTICHE

Secondo il Workplace Learning Report 2018 di LinkedIn Learning, la formazione sulle soft skill è una priorità assoluta, in quanto consente di gestire al meglio il veloce ritmo del cambiamento tecnologico. Questo processo infatti necessita di pensatori – Problem Solver, abilità nella comunicazione e  leader flessibili con spirito critico.

Per iI 92% dei dirigenti intervistati, le Soft Skills sono le competenze più importanti da sviluppare.

Importanza Soft Skills
L’importanza delle Soft Skills

L’89% degli stessi ritiene sia difficile trovare persone dotate di soft Skills nel mercato del lavoro.

Dallo studio sopra citato inoltre, si evince come questa priorità assoluta possa essere meglio soddisfatta attraverso l’e-Learning, che sta crescendo velocemente dimostrandosi la strada intrapresa per il futuro, dalla quale non si può tornare indietro. Ciò avviene in quanto:

  • Il mercato e-Learning comprende sia le piccole e medie imprese (PMI) che le grandi aziende, ma le PMI con risorse finanziarie limitate, secondo le previsioni,  adotteranno sempre di più le tecnologie formative che consentono di formare più dipendenti a costi inferiori.
  • Gli sviluppatori di talenti richiedono  sempre più spesso soluzioni di apprendimento online per soddisfare le esigenze di una forza lavoro sempre più diversificata. Oltre a ciò il 90% dei responsabili delle risorse umane e della formazione e sviluppo ritiene che il gap di competenze necessarie – disponibili continui a crescere. Il 67% dei datori di lavoro è preoccupato per questo.

QUANDO E’ NECESSARIO AGGIORNARSI

Secondo uno studio del pew reasearch center poi, il 73% degli adulti statunitensi si considerano studenti per tutta la vita.

Adulti e studio
Adulti e studio

Inoltre il 63% dei lavoratori nordamericani aggiornano le loro competenze tramite la formazione almeno una volta all’anno.

Aggiornamento professionale adulti americani
% adulti americani che fanno aggiornamento professionale

Secondo un altro studio di mercato pubblicato da Technavio, il mercato globale dell’E-learning aziendale raggiungerà un fatturato pari a circa 30 miliardi di dollari entro la fine del 2022. Il paese dove l’E-learning è maggiormente sviluppato sono gli stati uniti, purtroppo l’Italia è ancora in dietro nell’utilizzo di questo metodo formativo e in generale nella formazione.

Se vuoi sviluppare queste competenze puoi iscriverti alla nostra newsletter. Una volta a settimana riceverai un articolo con i contenuti per lo sviluppo di queste fondamentali abilità.

Flavio Castelli

Condividi articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elimina definitivamente gli sprechi di tempo e denaro
  • Elimina per sempre i problemi difficili;
  • Riduci gli errori e i reclami clienti;
  • Aumenta efficacia ed efficienza;
  • Diminuisci la conflittualità tra i lavoratori;
  • Diminuisci la conflittualità azienda-clienti;
CORSI FORMAZIONE
EBOOK
STRUMENTI DI LAVORO
Test valutazione competenze con attestato
VALUTAZIONE COMPETENZE

Pronto a Trasformare le Tue Soft Skills in Superpoteri?

Scopri come con la nostra esclusiva Academy!