Lo staff efficace: ecco cos’è e come si gestisce al meglio

Ovvero come condurre un team interfunzionale

0
550

Lavorare in uno staff può essere un’attività o molto interessante o molto frustrante. La differenza la fa chi ne ha la responsabilità dei risultati e della gestione. Se sa come fare e conosce le differenze gestionali esistenti tra un team funzionale e uno interfunzionale allora far parte di una squadra del genere può essere un’esperienza stimolante e formativa. Che accresce la professionalità, il bagaglio culturale e umano.

Al contrario quando mancano le competenze specifiche del team leader nella gestione di questo tipo di squadra l’esperienza che si vive partecipandovi può essere davvero pessima. All’interno dell’articolo scoprirai il perché. Iniziamo a scoprire di cosa ti parlerò:


Quando sono necessari gli staff

Gli staff sono necessari quando uno o più esperti di uno stesso settore o di una stessa area non sono sufficienti ad affrontare uno o più problemi complessi che si devono risolvere per raggiungere un determinato obiettivo. Questo perché quest’ultimo è raggiungibile solo attraverso un processo formato da diverse fasi/attività molto diverse tra loro, che richiedono competenze specifiche differenti. E’ quindi necessario coinvolgere le professionalità aventi le competenze giuste per ogni attività/fase del processo.

Perché uno staff può essere una grande risorsa

Problemi complessi spesso richiedono dei team composti da persone aventi competenze multidisciplinari. Questi sono una grande risorsa e opportunità se vengono ben gestiti. Infatti diversi punti di vista, prospettive, esperienze e competenze, quando vengono messe a disposizione del gruppo, spesso danno una svolta alla creatività e alla capacità di trovare soluzioni efficaci ed efficienti. Che un gruppo formato solo da un certo tipo di esperti di solito non ha.

Ecco cos’è uno staff

Ma cos’è esattamente uno staff? uno staff è un team interfunzionale composto da figure appartenenti a diverse aree disciplinari, aventi competenze diverse tra loro.

Cosa fare per gestirlo al meglio

Ed eccoci al capitolo riguardante la gestione ottimale di questo tipo di squadra di lavoro. Vediamo quali sono le criticità e come gestirle.

Approcci, visioni e competenze diverse

Essendo formato da professioni differenti, un team di questo tipo saranno presenti approcci, competenze, priorità e punti di vista completamente diversi. E, tendenzialmente, ognuno “parlerà la propria lingua”. Possono nascere quindi problemi di comunicazione efficace. Non solo perché ogni professione tenderà ad usare un proprio gergo specifico, ma anche per i diversi modi di relazionarsi con gli altri.

COSA FARE: è importante fare attenzione al tipo di comunicazione che viene usato all’interno dello staff, per fare in modo che sia efficace. Potrebbero essere necessari anche dei briefing per coordinarsi ed evitare la circolazioni di informazioni sbagliate o la mancanza di informazioni.

Priorità diverse

Come accennato nel punto precedente, ogni professionista presente nel Team tenderà a valutare diversamente le priorità delle diverse fasi del processo che porta all’obiettivo stabilito.

COSA FARE: sono importanti le competenze del Team leader, che deve possedere delle doti di Leadership e manageriali, per poter guidare, organizzare e coordinare le attività del gruppo di lavoro.

Mancanza di fiducia

La mancanza di fiducia tra i vari componenti dello staff è un’eventualità tuttaltro che remota. Infatti la provenienza di questi da mondi diversi tra loro e la possibile presenza di competizione per l’uso delle risorse disponibili, può far nascere sospetti e/o conflitti.

COSA FARE: Bisogna dedicare del tempo per creare un clima di fiducia e una comunicazione aperta e sincera. Le persone devono poter comunicare liberamente e partecipare apertamente alle discussioni. Senza paure, anche quando sanno di avere delle idee impopolari e/o diverse da alcuni o tutti i membri dello staff.

Mancanza di direzione e di risultati

Se all’interno dello staff non è presente una buona comunicazione e coordinamento è possibile che vi regni disorganizzazione, frustrazione, inefficienze e mancanza di risultati.

COSA FARE: E’ importante fissare gli obiettivi, coordinare e motivare le persone. Anche in questo caso è fondamentale il ruolo del team leader.


Questo è tutto. Se vuoi ringraziarci per il tempo speso per la condivisione gratuita di questo contenuto dacci un feedback con una tua valutazione cliccando da 1 a 5 stelline (quella più in basso) che trovi sotto.
Se inoltre pensi che può essere d’aiuto a qualcuno dei tuoi conoscenti, condividi l’articolo cliccando sulle icone social che trovi più sotto.
Grazie

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here