JOB CRAFTING: I 3 MODI PER FAR EVOLVERE IL TUO LAVORO

Ovvero come modellare e rinnovare la tua professione

0
119

Sono anni ormai che svolgi il tuo lavoro e ti servono nuovi stimoli? la tua professione ormai è diventata una routine e stai cercando di ritrovare motivazione e piacere nella tua giornata lavorativa? oppure stai cercando di adeguare il tuo lavoro a nuove necessità, mode e richieste del mercato? ecco, se la tua risposta a una o più delle precedenti domande è si, allora il Job Crafting è quello che fa per te.

Ma vediamo gli argomenti di cui ti parlerò in questo articolo:


JOB CRAFTING: ECCO QUANDO TI PUO’ ESSERE UTILE

Il Job Crafting, come già accennato nell’introduzione, è un’attività davvero utile quando è necessario dare una svolta alla propria attività. Per ritrovare passione per quello che si fa, allontanare la noia o venire incontro in un modo migliore ai propri colleghi o ai propri clienti o collaboratori.

Molti lavori hanno un certo grado di flessibilità, che può essere sfruttato per reinventare attività, processi e nuovi modi di operare per produrre prodotti e servizi. E questo può essere utile sia per rinnovare le attività correlate al proprio lavoro che per interfacciarsi in modo diversi con i propri colleghi o con il proprio mercato di riferimento.

SCOPRI PERCHE’ TI CONVIENE FARE DEL JOB CRAFTING

Personalizzare, modellare e rinnovare il tuo lavoro è un’attività davvero importante. Ti aiuta a vivere meglio il tuo lavoro, ad interfacciarti meglio con i tuoi colleghi e a servire in modo ottimale i tuoi clienti. Ma vediamo quindi in dettaglio quali sono i vantaggi del Job Crafting:

Ti aiuta a svolgere la tua professione con maggior entusiasmo, energia e passione;
Ti dà la possibilità di divertirti durante lo svolgimento delle attività necessarie per il tuo lavoro;
Incoraggia una crescita professionale e personale, migliorando così le tue abilità. E quindi le tue prestazioni e risultati professionali.

A CHI SERVE SOPRATTUTTO

A chi può essere utile quindi personalizzare e fare evolvere il proprio lavoro? Sicuramente ai lavoratori autonomi, ai liberi professionisti e ai commercianti. Ma anche ai lavoratori dipendenti che svolgono lavori monotoni e/o ripetitivi. E che hanno la possibilità di intervenire per modificare le attività della propria mansione. Insomma per tutti quei lavori dove è presente un certo grado di libertà e flessibilità.

LA DEFINIZIONE DI JOB CRAFTING

Il job Crafting è quell’attività di personalizzazione e modifica del proprio lavoro al fine di plasmarlo e renderlo gradevole secondo i propri gusti e a quelli degli utilizzatori, che siano colleghi o clienti finali.

JOB CRAFTING: ECCO SU COSA PUOI AGIRE

Vediamo ora quali sono le quattro fasi per plasmare il lavoro secondo la propria volontà.

FASE 1: DEFINISCI CON CHIAREZZA COSA VUOI CAMBIARE

Ci sono principalmente tre aree sulle quali puoi intervenire per migliorare il tuo lavoro:

RELAZIONI

Agendo su questo ambito puoi avere interazioni migliori con gli altri durante la tua giornata lavorativa. In questo modo, oltre a goderti il piacere di relazionarti meglio con gli altri, ottieni anche rapporti più collaborativi ed efficaci con i tuoi colleghi/collaboratori e/o clienti più soddisfatti e propensi a tornare ancora a servirsi della tua attività. Se vuoi approfondire l’argomento ti consiglio di scaricare L’ebook gratuito che trovi qui sotto.

L’ebook gratuito in PDF per le skill relazionali e la comunicazione persuasiva

SCARICA LA TUA COPIA GRATUITA

CLICCA SU AVANTI PER SCARICARE

 


CONTENUTO DEL LAVORO

Quando è possibile e lo ritieni necessario puoi anche migliorare il tuo lavoro modificando le attività di cui è composto. Si tratta quindi di cambiarle in meglio, utilizzando le competenze e punti di forza che già possiedi per generare risultati migliori e per creare più opportunità. Se pensi invece che il tuo lavoro è monotono e vuoi arricchirlo e renderlo più interessante (oppure sei un manager che vuole agire perché i lavoratori si lamentano per la monotonia della loro mansione) puoi farlo attraverso il JOB ENRICHMENT.

IL FINE DEL TUO LAVORO

Infine puoi anche agire su quello che ritieni essere lo scopo del tua lavoro ragionando sugli impatti che esso ha sugli altri. Focalizzandoti sull’utilità che il tuo lavoro ha per colleghi o clienti, oltre a poter trovare dei modi per rendere la tua attività più utile e apprezzata, la renderai anche più piacevole per te.

FASE 2: INDIVIDUA L’IMPATTO DEL CAMBIAMENTO CHE VUOI EFFETTUARE

Dopo aver definito con chiarezza quali sono le modifiche che vorresti apportare al tuo lavoro, devi valutare l’impatto che queste potrebbero avere nel contesto in cui operi. Quindi devi stimare i cambiamenti che potrebbero avere effetto sui tuoi colleghi, collaboratori, clienti o sull’azienda/organizzazione nel suo insieme.

Perciò quando pensi alle modifiche/migliorie che vorresti apportare, non focalizzarti solo su te stesso, ma cerca di ragionare su un miglioramento che porti vantaggi reciproci per tutti. O perlomeno che la modifica che vuoi apportare non vada solo a tuo vantaggio e a discapito di altri. E che sia compatibile con l’azienda/organizzazione. Se devi negoziare con altri per ottenere queste modifiche impara a effettuare delle negoziazioni a vantaggio reciproco o WIN WIN.

FASE 3: ELIMINA LE RESISTENZE AL CAMBIAMENTO

Se devi cambiare il modo di lavorare degli altri potresti trovarti di fronte a delle resistenze. Dovute al fatto che:

è difficile far cambiare delle abitudini alle persone;
Gli individui spesso pensano che anche se si impegnassero per migliorare il loro lavoro poi nessuno se ne accorgerebbe. Insomma uno spreco di energia inutile;

Per evitare questi ostacoli è necessario rendere partecipi al cambiamento gli individui. E coinvolgere il più possibile le persone che dovranno migliorare il loro lavoro. Chiedendo loro cosa è possibile migliorare per fare in modo che siano più produttive e che si sentano più apprezzate.

FASE 4: PASSA ALL’AZIONE E VERIFICA AVANZAMENTO LAVORI

Infine dopo aver realizzato le prime tre fasi precedenti puoi passare all’azione e mettere in pratica quanto hai previsto di cambiare e migliorare. Per essere sicuro che ciò avvenga ti conviene controllare l’avanzamento dei lavori, in modo tale che vadano avanti come pianificato. Verifica inoltre che i cambiamenti apportati stiano portando dei risultati graditi alle persone coinvolte o interessate a questi.


Questo è tutto. Se vuoi ringraziarmi per il tempo speso per la condivisione gratuita di questo contenuto dammi un feedback con una tua valutazione cliccando da 1 a 5 stelline (quella più in basso) che trovi sotto.
Se inoltre pensi che può essere d’aiuto a qualcuno dei tuoi conoscenti, condividi l’articolo cliccando sulle icone social che trovi più sotto.
Grazie

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here