IL VANTAGGIO COMPETITIVO DI QUALITA’

0
1261

OVVERO LE TUE COMPETENZE UNICHE SPENDIBILI, PER UN SUCCESSO SOSTENIBILE E DURATURO

Stiamo assistendo ad un fenomeno di omologazione generalizzata che sembra in aumento con il passare degli anni e questo sta portando dei prodotti/servizi sempre più simili, con i produttori che faticano a distinguersi veramente dai concorrenti. Di conseguenza si sta generando una competizione basata sulle stesse armi degli avversari, dove in pochi mettono in campo un vero vantaggio competitivo.

Questa scarsa originalità rende la propria offerta molto simile ai concorrenti, il che innesca una guerra al ribasso per accaparrarsi i clienti, generando così margini di profitto minimi.

Per evitare tutto ciò bisogna creare un brand riconoscibile che ci differenzi dalla concorrenza, identificandoci come fornitori originali di prodotti/servizi di qualità. Come dice Philip Kotler, guru del marketing:

“Se non sei una marca sei una merce e se sei una merce devi battere la concorrenza puntando solo sul prezzo”.

E NEL MERCATO DEL LAVORO?

Sentendo alcuni responsabili della selezione del personale, anche nel mercato del lavoro è presente questa problematica. I candidati ai pochi posti di lavoro disponibili si presentano ai colloqui esibendo dei curriculum vitae fotocopia in cui si riportano competenze spesso non realmente possedute.

La soluzione è perciò identificare quali sono le abilità possedute che ci contraddistinguono, con le quali possiamo fare realmente la differenza, e puntare a fondo su quelle, specializzandoci e sviluppandole per poi proporci in modo professionale e originale.

Siate originali, trovate le vostre CUS – Competenze Uniche Spendibili!

PERCHE’ E’ NECESSARIO PUNTARE SULLE CUS

Puntare sulle proprie CUS – Competenze Uniche Spendibili porta ad essere unici nell’offerta di quel tipo di competenza/prodotto/servizio e rendendoci difficilmente imitabili. Questo in genere vuol dire avere come target una nicchia di mercato, che riusciremo però a seguire meglio, con un prodotto/servizio maggiormente personalizzato e rispondente alle reali esigenze del cliente, il che porta ad una sua maggior soddisfazione.

Inoltre se offri qualcosa di unico e interessante saranno i  clienti o i cercatori di teste che verranno a cercare te e non viceversa. Ed in genere questo comporta una maggior disponibilità da parte loro a pagare di più le tue competenze/prodotti/servizi.

MA DI CHE COSA STIAMO PARLANDO ESATTAMENTE?

Stiamo parlando delle competenze “core” quelle cioè che ti caratterizzano, che possono essere innate o acquisite mediante le studio, la formazione e l’esperienza. Queste sono le fonti più importanti della tua unicità, quelle cioè che ti rendono in grado di fare delle cose in modo univoco e che nessun altro può fare come te. Ciò  fa diventare te o la tua attività difficilmente copiabile/imitabile in tempi brevi e questo è il tuo vantaggio competitivo sostenibile che ti permette di trovare e mantenere un tuo spazio nel mercato. Riuscire a far coincidere quello che amiamo con quello che siamo bravi a fare offre un grande potenziale. La passione per quello che si fa genera entusiasmo, energia, competenza, professionalità e quindi riscontro per il lavoro che si sta facendo. E’ pertanto fondamentale capire cosa si è bravi a fare e concentrarsi su quello, senza disperdere energie nelle attività collaterali.

Per verificare se sono veramente “CUS- Competenze Uniche Spendibili” cioè competenze importanti, originali, utili, utilizzabili per aiutare qualcuno e quindi spendibili devono:

ESSERE RILEVANTI

Le competenze in discussione riescono a suscitare interesse nelle persone?  Pensi che queste competenze siano in grado di migliorare la loro vita? pensi che le persone siano disposte a spendere dei soldi per acquistare il tuo prodotto/servizio?

ESSERE DIFFICILI DA IMITARE

Le tue “CUS” dovrebbero essere difficili da imitare. Questo ti permette di fornire prodotti/servizi migliori della concorrenza. E se continui a lavorare per migliorare queste tue abilità puoi mantenere il tuo vantaggio competitivo.

AVERE AMPIEZZA DI APPLICAZIONE

Le tue “CUS” sono spendibili per un buon numero di persone e/o aziende? Se la risposta è si ok, se invece sono utilizzabili solo in un piccolo mercato di nicchia potresti avere problemi di sostenibilità, potrebbero cioè non bastarti per avere degli introiti adeguati per riuscire ad andare avanti con l’attività.

COME COSTRUIRCI UN VANTAGGIO COMPETITIVO

Abbiamo visto come le CUS siano utili a chi è alla ricerca di lavoro, alle aziende o liberi professionisti che vogliano costruire un vantaggio competitivo sostenibile per i propri prodotti/servizi o alle persone intenzionate a trovare una posizione consona all’interno dell’azienda per la quale già lavorano, ma..

IN CHE MODO POSSO FARE?

Se vuoi trovare le tue CUS non chiederti cosa vuoi fare da grande, ma quali problemi o necessità ti appassionano e vuoi risolvere. La passione è fondamentale.

La ricerca delle proprie “CUS-Competenze Uniche Spendibili” è un processo complesso, richiede tempo; il ritorno che garantisce è però insostituibile, e permette alle persone di trovare il proprio ambito di realizzazione, elemento cardinale per il successo della propria proposta. Bisogna trovare, costruire e rafforzare le abilità che si amano e di cui si è dotati.

Ho scritto un libro che parla del come individuare le proprie attitudini e competenze per seguire la propria strada e realizzare i propri progetti. Si intitola ZERO RIMPIANTI – Trova e segui la tua via per fare il lavoro che ti piace e realizzare i progetti a cui tieni.

Lo trovi anche su Amazon:

“La crescita è dolorosa. Il cambiamento è doloroso. Ma nulla è tanto doloroso, quanto il restare bloccati in una situazione che non ci appartiene”

Mandy hale

Una volta trovate, concentra i tuoi sforzi sulle tue competenze uniche spendibili, su quelle competenze che contraddistinguono la tua persona o la tua attività ed esternalizza il più possibile tutto il resto.

Se hai una piccola azienda concentra i tuoi sforzi sulle competenze chiave e delega ad altri attività come la gestione delle risorse umane, l’amministrazione etc. Per le aziende più grandi invece che producono più prodotti/servizi il consiglio è di concentrarsi sui prodotti/servizi “core” e di lasciar perdere gli altri. Se sei un individuo pensa a come sviluppare, utilizzare e rendere maggiormente spendibili le tue competenze migliori e delega attività non importanti ad altri come ad esempio le pulizie di casa, il giardinaggio, lo stirare etc.

UTILIZZA I “DIFETTI” COME VANTAGGIO COMPETITIVO

Utilizza a tuo vantaggio i difetti che ti appartengono, vedendo l’altro lato della medaglia, trasformandoli cioè in punti di forza.

Ad esempio se sei una persona pigra puoi spostare il focus di questa tua caratteristica sugli aspetti positivi e cioè la capacità delle persone pigre di riuscire a trovare dei modi a “basso dispendio energetico” per fare le cose. Oppure essere disorganizzati vuol dire spesso essere in grado di trovare soluzioni creative a dei problemi contingenti (anche se devo essere sincero, a me le persone disorganizzate hanno dato più spesso problemi che soluzioni;-)). Oppure possiamo vedere l’aspetto positivo dell’incostanza che magari ci contraddistingue, come la capacità di essere flessibili e di cambiare senza problemi tipo di lavoro.

Costruisci il tuo cammino sui tuoi valori, le tue competenze uniche spendibili, i tuoi principi.

Distinguiti, non confonderti!

vantaggio competitivo

QUANTE E QUALI RISORSE DEVO UTILIZZARE?

Come detto, il processo per individuare le proprie competenze uniche e spendibili può essere lungo e faticoso. Ma una volta individuate ci si sente come dopo aver scalato una montagna, arrivati in cima si gode di una visuale stupenda che riempie l’anima, si respira quell’aria frizzantina che dona energia, adrenalina ed entusiasmo.

Per valorizzare e sviluppare le proprie competenze e rendere perciò spendibile il proprio vantaggio competitivo è però necessario investire tempo e soldi in libri e formazione utili allo scopo.

Fatelo, svuotare le vostre tasche adesso per libri e formazione ve le riempirà in futuro con gli interessi!

Se ti è piaciuto l’articolo e pensi possa aiutare qualcuno a trovare la propria strada condividilo cliccando sui bottoni sotto.

Grazie, anche a nome dei tuoi amici.

Flavio Castelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here