Errori di comunicazione: eccone 10 da evitare

Scopri quali sono i principali errori da evitare

0
992

Gli errori di comunicazione possono essere di diverse tipologie e gravità. In questo articolo vogliamo trattarne 10, quelli che secondo noi sono i principali. Quelli che se li commetti ti possono portare grossi problemi, come ad esempio:

Rovinare il rapporto con una persona, un amico, un collega;
Farti perdere opportunità;
Perdere un cliente o potenziale cliente;
Peggiorare la tua reputazione;

Quando devi stare attento a non commettere errori di comunicazione

Saper produrre una COMUNICAZIONE EFFICACE è importante soprattutto in alcuni ambiti e in alcune occasioni. Ad esempio quando si LAVORA IN TEAM, oppure quando si devono dare informazioni ai propri clienti o al proprio capo, oppure ancora quando si devono far valere i propri bisogni o richieste o si deve effettuare una presentazione in pubblico. Come vedi saper comunicare bene serve in molte occasioni e commettere gli errori che andremo a vedere può compromettere il risultato e farti fare brutte figure. O peggio, come visto sopra.

Scopri la tua abilità nella comunicazione

Vuoi verificare quali sono le tue abilità nelle 5 aree chiave della comunicazione? fai il test, scopri il tuo livello di competenza e ottieni esclusive indicazioni personalizzate.


COMUNICAZIONE- VALUTAZIONE COMPETENZE

Per ogni affermazione del test clicca sull'opzione nella colonna che ti descrive meglio. Cerca di rispondere onestamente per come realmente sei, non per come pensi dovresti essere. Inoltre non preoccuparti se alcune affermazioni non sembrano essere appropriate. Quando hai finito clicca sul pulsante INVIA.

Clicca ora sul tasto AVANTI per iniziare.



A chi serve soprattutto comunicare senza errori

Da quanto visto in precedenza, si capisce che le figure che hanno una esigenza maggiore di comunicare senza commettere errori sono:

Manager e Leader che devono guidare delle persone;
Tecnici e responsabili che devono lavorare in team;
Formatori e insegnanti;
Consulenti e professionisti;
Imprenditori;

Ecco i 10 errori di comunicazione da evitare

Vediamo ora quali sono gli errori di comunicazione principali da evitare:

1- Reagire con toni non adeguati

Quando reagisci male, con toni aggressivi, maleducati o irrispettosi, a un collega, un amico o a qualsiasi altra persona, hai sbagliato atteggiamento. A volte capita di essere in balia di frustrazione, rabbia, stress o altro che ci fa essere in uno stato emotivo alterato. E pensiamo che ciò possa essere una attenuante a risposte poco adeguate. Ma non è così, conviene sempre evitare, calmarsi e rispondere con calma in un secondo momento. Come sai, a mente fredda e serena si ragiona e si comunica meglio. E impara ad usare l’INTELLIGENZA EMOTIVA.

2- Non usare lo strumento adatto

Quando devi comunicare con qualcuno, è importante scegliere il canale più adatto allo scopo e al tipo di contenuto che devi trasmettere. Altrimenti potresti incontrare grossi problemi e non essere efficace come serve. I canali disponibili sono ad esempio il faccia a faccia, il telefono, le email, le riviste, la televisione etc.

Le variabili che devi considerare per scegliere lo strumento adeguato sono:

Il tipo di destinatario;
Il tempo a disposizione;
L’emotività del messaggio;
Il grado di interazione necessario;
La quantità di dettagli da trasmettere;

Ad esempio se devi dare una cattiva notizia o informazioni complicate evita di usare le email. Queste infatti non ti permettono di usare la comunicazione non verbale e para verbale per far meglio capire il messaggio e adeguarti alle reazioni del tuo interlocutore.

3- Non controllare bene il tuo lavoro dopo averlo scritto

Se non dedichi una quantità di tempo sufficiente al controllo del lavoro svolto, potresti incorrere in errori di ortografia, di grammatica o in toni sbagliati (vedi punto 1). E’ importante quindi rileggere bene il tutto con calma prima di inviare la mail, consegnare il documento etc. Altrimenti se ti lasci sfuggire degli errori o toni sbagliati fai la figura della persona poco professionale o inadeguata.

4- Non essere assertivi

L’assertività è la capacità di essere schietti e chiari quando si tratta di manifestare i propri bisogni, i propri desideri e le proprie aspettative, tenendo conto di quelli degli altri. Non essere assertivi significa non essere in grado di farsi valere, con tutti i problemi che ne conseguono. Scopri in questo articolo i 7 passi per essere più assertivi.

5- Non dedicare abbastanza tempo alla preparazione della tua comunicazione

Come già detto, la comunicazione è importante e va preparata bene. Insomma gli devi dedicare tempo e attenzione. Ti devi preparare al meglio se vuoi risultare credibile, convincente e se vuoi quindi che la tua comunicazione sia efficace. Pianifica gli argomenti, i toni e gli strumenti da usare. Studia poi bene il tutto se vuoi essere sciolto.

6- Non usare una comunicazione aperta con le nuove conoscenze

Quando incontri una nuova persona e con questa vuoi comunicare al meglio, soprattutto quando appartiene a una cultura, fascia di età, religione o orientamento sessuale diverso, cerca di mantenere la mente aperta. Ma anche curiosa e libera da etichette già preconfezionate da appiccicare addosso al tuo interlocutore. Non avere pregiudizi o usare stereotipi per catalogarla, ma aspetta di parlarci e di conoscerla meglio prima di farti un’opinione.

7- Evitare di dare dei feedback negativi quando necessario

Dare e saper accettare dei FEEDBACK è molto importante. Come ho già scritto in questo articolo, è meglio darne di positivi piuttosto che negativi. In questo modo aumenti la motivazione e il coinvolgimento della persona che li riceve. Ma quando serve bisogna saper dare anche questi ultimi. E farlo immediatamente, appena il fatto è successo, senza rimandare. In questo modo si possono valutare-commentare fatti freschi e non si rischia di dimenticare o distorcere i particolari relativi a quanto accaduto di negativo e da migliorare. Ricordati sempre, quando lo dai, lo scopo del feedback negativo. Che non è quello di accusare qualcuno e punire, ma di migliorare continuamente i metodi di lavoro e di incentivare la crescita professionale dell’individuo.

8- Non verificare quanto il tuo interlocutore sta capendo

Quando scrivi una mail, parli con una persona oppure parli ad un pubblico, è importante verificare quanto il tuo/i tuoi interlocutori sta/stanno capendo. Quindi ogni tanti fermati, fai domande e valuta il linguaggio del corpo di chi ti sta di fronte. In questo modo puoi capire non solo se sei stato chiaro, ma anche l’interesse per l’argomento, per il tuo modo di esporlo e le emozioni-reazioni che stai provocando.

9- Violare la privacy accidentalmente

Stai attento quando inserisci l’indirizzo email oppure quando alleghi dei documenti. Inviare una mail alla persona sbagliata o alla persona giusta con un documento sbagliato può essere molto rischioso.

10- Utilizzare una comunicazione standard con tutti

La comunicazione si dovrebbe più possibile adattare alla persona che hai di fronte. Alla sua cultura, alle sue preferenze, ai suoi gusti, al suo carattere. Lo so, non sempre è possibile farlo, ma quando si può rende la comunicazione molto più efficace.


Questo è tutto. Se vuoi ringraziarmi per il tempo speso per la condivisione gratuita di questo contenuto dammi un feedback con una tua valutazione cliccando da 1 a 5 stelline delle stelline che trovi sotto.
Se inoltre pensi che può essere d’aiuto a qualcuno dei tuoi conoscenti, condividi l’articolo cliccando sulle icone social che trovi più sotto.
Grazie

1 Star2 Star3 Star4 Star5 Star (8 votes, average: 4,38 out of 5)
Loading...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here